Patrimonio

Beni Etnoantropologici

Il Museo ha sede presso il borgo rurale di Colmello di Grotta, in un complesso edilizio il cui nucleo principale fu costruito tra gli ultimi decenni del Settecento e i primi anni del secolo successivo. I principali edifici del borgo sono stati ristrutturati su iniziativa dell’amministrazione comunale, proprio per ospitare una mostra permanente di oggetti legati alla vita e al lavoro nei campi. Istituito formalmente già nel 1981, il Museo di documentazione civiltà contadina fu aperto al pubblico nel 1993. Lo spazio espositivo si articola in varie sezioni. Significative, fra le altre, quelle riguardanti la cucina, i pesi e misure locali, le botteghe del bottaio, del carradore e del fabbro-maniscalco, e naturalmente, quella inerente alla coltivazione delle viti, alla produzione del vino e alla sua conservazione, attività fondamentali nell’economia della zona. Un’ultima sezione concerne le attività tipicamente femminili: il bucato, la stiratura e la cucitura.
La catalogazione, effettuata nel 1987, ha riguardato oltre una settantina di oggetti: le schede sono rappresentative di quanto esposto nelle sezioni del Museo sopra citate.

Per conoscere i beni del museo vai al SIRM-Sistema Informativo Regionale Museale- a cura del Centro regionale di catalogazione e restauro dei beni culturali